DISSOLVENZA

Passaggio tra un'inquadratura e quella successiva che avviene a poco a poco, evitando salti bruschi: può essere in chiusura, in apertura o incrociata.

DOLLY

Piccola gru, montata su un carrello, che regge la macchina da presa e permette all'operatore di effettuare particolari riprese verticali od orizzontali.

DOPPIAGGIO

Procedimento, che in Italia raggiunge livelli di eccellenza, mediante il quale la colonna sonora contenente i dialoghi originali di un film viene sostituita con un'altra tradotta nella lingua del paese dove il film viene proiettato, oppure rifatta per migliorare la qualità della voce dei personaggi.
E` l'indispensabile compromesso tra la visione in originale (ottimale) e quella in originale con i sottotitoli, per leggere i quali si perdono gran parte delle espressioni visive degli interpreti.

EFFETTO NOTTE

Tecnica particolare per filmare scene notturne in pieno giorno usando filtri blu e polarizzatori davanti all'obiettivo della macchina da presa e togliendo poi le dominanti blu/azzurre con l'editing digitale.

FLASHBACK

Interruzione della narrazione al presente per mostrare un fatto del passato oppure un ricordo o un sogno.

FOTOGRAMMA

Riquadro della pellicola su cui è impressionata una singola immagine.

GENERICO

Attore che interpreta parti di secondo piano.

GIORNALIERI

Materiale appena girato che viene subito stampato per consentire al regista, ai suoi collaboratori e agli attori di controllare e giudicare la validità del lavoro svolto.

GIRAFFA

Lunga asta metallica orientabile montata su treppiede con ruote usata per sostenere il microfono durante le riprese.

INQUADRATURA

Insieme degli elementi figurativi che compongono l'immagine ripresa dalla camera.

ISPETTORE
DI PRODUZIONE

Collaboratore del direttore di produzione che controlla l'effettiva esecuzione del programma di lavoro.

MASCHERINO

Cornice metallica che delimita il quadro nelle macchine da presa e anche nel proiettore.